BBC Information and Archives (a volte noto come BBC Archives ) sono raccolte che documentano la storia della BBC , comprese le trasmissioni televisive e radiofoniche , i documenti interni, le fotografie, i contenuti online , gli spartiti , la musica disponibile in commercio, ritagli di stampa e attrezzature storiche . [1] Le copie originali di queste raccolte sono state conservate in modo permanente, ma ora sono in procinto di essere digitalizzate, stimato fino a circa il 2015. Alcune raccolte vengono ora caricate sul sito Web della BBC Archives su BBC Onlineper gli spettatori da vedere. L’archivio è uno dei più grandi archivi di trasmissione al mondo con oltre 12 milioni di articoli. [2]

Panoramica

Gli archivi della BBC comprendono numerosi archivi diversi contenenti materiali diversi prodotti o acquisiti dalla BBC. Il primo materiale risale al 1890 e ora consiste in 1 milione di ore di materiale giocabile, oltre a documenti, fotografie e attrezzature. [3] Gli archivi contengono 12 milioni di articoli su 66 miglia di scaffali distribuiti su diversi siti. [3] Lo stock è gestito tramite un sistema di codici a barre , che aiuta a localizzare il materiale sugli scaffali e tiene traccia del materiale che è stato prestato. [3] La BBC afferma che il budget per la gestione, la protezione e la digitalizzazione degli account di archivio è solo una piccola parte della spesa complessiva della BBC. [3]

La BBC si sta impegnando in un progetto in corso per digitalizzare il materiale archiviato del programma, convertendo le registrazioni fatte su vecchi formati analogici come nastro audio, videocassetta e film in formati elettronici compatibili con i moderni sistemi informatici. Gran parte del materiale audiovisivo è stato originariamente registrato su formati che sono ormai obsoleti e incompatibili con le moderne apparecchiature di trasmissione a causa del fatto che le macchine utilizzate per riprodurre molti formati non vengono più prodotte. Inoltre, alcuni formati di film e audio si stanno lentamente disintegrando e la digitalizzazione funge anche da programma di conservazione digitale . A partire dall’estate 2010, il personale dell’archivio della BBC ha trascorso circa dieci anni a digitalizzare metà dei contenuti multimediali[3] [4] e grazie al miglioramento delle pratiche di lavoro si prevede di completare l’altra metà in cinque anni. Le stime attuali suggeriscono che l’archivio digitalizzato comprenderebbe circa 52 petabyte di informazioni, [3] con un minuto di video del programma che richiede 1,4 gigabyte di spazio di archiviazione. [3] La BBC utilizza il Material Exchange Format (MXF) [3] che è un formato non compresso e non proprietario che la BBC ha pubblicizzato per mitigare la minaccia del formato che diventa obsoleto (come i formati digitali possono e fanno). [3]

La digitalizzazione dell’archivio è una parte fondamentale del programma della BBC per progettare un flusso di lavoro di produzione completamente digitale e senza nastro attraverso l’intera Corporation. Era strettamente legato alla sfortunata Digital Media Initiative (DMI), uno schema che andava dal 2008 al 2013 e tentava di creare un sistema di ricerca e produzione di programmi online unificato. [5] Dopo aver aumentato i costi di sviluppo e i ritardi del progetto, i problemi con DMI sono giunti all’attenzione del pubblico durante la copertura del funerale e morte di Margaret Thatcher nell’aprile 2013, quando è stato riferito che la mancanza di risorse digitali per l’ingest fornito per BBC Newsil personale voleva dire che i nastri dovevano essere inviati in taxi dal centro di Perivale per essere digitalizzati da società indipendenti nel centro di Londra. [6] DMI è stata cancellata nel 2013. [7]

Il sito Web dell’Archivio della BBC è stato rilanciato online nel 2008 e da allora ha fornito regolarmente materiale storico di recente pubblicazione. [8] La BBC lavora in collaborazione con il British Film Institute (BFI), The National Archives e altri partner nel lavorare e utilizzare i materiali. [3] Un progetto correlato chiamato “Genome” dovrebbe essere completato nel 2011 e renderà le inserzioni del programma risalenti al 1923, provenienti da The Radio Times , disponibili per la ricerca online. [3]

Nel luglio 2008, Roly Keating è stato nominato Director of Archive Content, [9] con la responsabilità di aumentare l’accesso pubblico agli archivi della BBC. Nell’ottobre 2008, Keating ha nominato Tony Ageh Controller di Archive Development con “responsabilità specifica per lo sviluppo di modi per rendere l’archivio facilmente comprensibile e accessibile agli utenti”. [10]

Nel 2012, BBC Archive Development ha prodotto un libro – principalmente indirizzato come staff della BBC – intitolato ‘BBC Archive Collections: Cosa c’è nell’archivio e come usarli’. [11] Questo libro descrive le collezioni di archivi della BBC e offre indicazioni su come gli articoli delle collezioni possono essere riutilizzati online. I riferimenti del libro a “Fabric”, un sistema che verrà fornito dalla Digital Media Initiative, non sono più accurati in quanto il progetto è stato cancellato.

Edifici

Dal 1968 al 2010 l’Archivio della BBC è stato ospitato nel centro di archiviazione di Windmill Road, a Brentford , nella zona ovest di Londra . [2] [4] [12] Le condizioni dell’edificio si deteriorarono nel corso degli anni e subirono occasionali inondazioni, e alla fine l’Archivio fu trasferito in un nuovo centro a Perivale Park, Perivale , tre miglia a nord del vecchio sito. [12] [13] Il nuovo Centro archivio della BBC è stato inaugurato nell’estate 2010 e tutto il materiale è stato spostato con successo entro marzo 2011. [12] [14] Il costo della ristrutturazione e del trasferimento è stato di circa £ 16,6 milioni. [2] [12] [13] [14] [15][16]

Il materiale è immagazzinato in tredici caveau, [12] controllati per abbinare il miglior clima per il materiale al loro interno, [2] [3] [4] [12] e il nome di una diversa personalità della BBC a seconda del contenuto in essi contenuto. [12] Oltre ai caveau, sono stati aggiunti nuovi editor e sale di lavoro in modo che il materiale possa essere facilmente trasferito tra i formati così come visualizzato e ripristinato. [12] L’edificio è stato anche dotato di sistemi antincendio per proteggere l’archivio in caso di incidente al centro, quindi si evita la perdita totale dell’archivio. [13]

A partire dal 4 aprile 2017, 160 dipendenti lavorano lì per 7 giorni alla settimana. [17]

Television Archive

L’ archivio televisivo della BBC contiene oltre 600.000 ore di materiale televisivo [1] che si trova su 600.000 / 650.000 bobine di film [18] [4] [19] e 2,4 / 2,7 milioni di videocassette. [4] [18] L’archivio stesso contiene materiale esteso da circa la metà degli anni ’70 in poi, quando importanti registrazioni presso l’emittente furono mantenute per il futuro.[20]

Le registrazioni precedenti a questa data sono conservate in modo meno completo; il processo di teleregistrazione fu originariamente inventato nel 1947 [21] mentre la registrazione di videotape fu gradualmente introdotta dalla fine degli anni ’50 in poi, [22] ma a causa della spesa dei nastri, [23] la registrazione fu vista per uso di produzione solo con registrazioni successivamente spazzato via . [22] o vengono interrotte le teler- Le eccezioni nei primi anni erano di solito occasioni di grande importanza, come l’ incoronazione della regina Elisabetta II . [21]Inoltre, numerosi programmi all’epoca erano trasmessi in diretta e quindi non utilizzavano alcuna procedura di registrazione nel processo di produzione. [21] Il primo oggetto della collezione è del 1936. [4] [14] [24]

Nel 2013 c’erano 340.000 D3 Tapes ma l’hardware che hanno potuto trasferire solo fino a 130.000 nastri D3. [25] La BBC ha dovuto essere molto selettiva di ciò che stanno trasferendo. [25]

Prima che tutto venga messo nell’archivio, un gruppo di operatori di digitalizzazione guarda e ascolta i programmi in cerca di problemi con i nastri o i trasferimenti. [26]

Oggi, la maggior parte dei programmi viene mantenuta, tra cui notizie, intrattenimento, teatro e una selezione di altri programmi di lunga durata come gli spettacoli di quiz. [27] Il materiale rimanente dell’archivio televisivo viene offerto al British Film Institute prima di essere smaltito. [28]

A partire dal 5 aprile 2017 ci sono circa 850.000 nastri nel caveau del videoregistratore.

Sound Archive

Articolo principale: BBC Sound Archive

La BBC Sound Archive contiene l’output archiviato dalla uscita radio della BBC. Le registrazioni diffuse esistono nell’archivio a partire dalla metà degli anni ’30, quando le registrazioni dei programmi e dei discorsi venivano tenute per essere ritrasmesse; il catalizzatore per questo è stato il lancio del servizio impero della BBC nel 1932 e la successiva ritrasmissione di discorsi da leader politici in un momento conveniente nei diversi fusi orari. [29] Prima di questo, la trasmissione di registrazioni è stata vista come falsa per l’ascoltatore ed è stata evitata. [30] Tutte le registrazioni fatte furono spesso eliminate e furono gli sforzi di Marie Slocombe, che fondò la Sound Archive nel 1937, quando conservò le registrazioni di personaggi importanti nel paese, che l’archivio divenne ufficialmente quando fu nominata Sounds Recording Librarian nel 1941. [31] Oggi, tutta l’uscita radio della BBC è registrata per il riutilizzo [32], con circa il 66% della produzione conservata negli Archivi; [32] i programmi che coinvolgono ospiti o esibizioni dal vivo di artisti vengono mantenuti [32] mentre i programmi in cui il DJ riproduce musica disponibile in commercio sono solo campionati e non mantenuti interamente. [32] Prima di eliminare qualsiasi materiale, il materiale viene offerto a British Library Sound Archive . [28]

L’archivio è costituito da un certo numero di formati diversi tra cui 200 cilindri di cera , [33] numerosi dischi di grammofono realizzati sia in gommalacca che in vinile [34] , nonché numerose altre registrazioni su nastro , CD e su nastro audio digitale (DAT). [35] La difficoltà di questi diversi formati è la disponibilità delle macchine necessarie per riprodurle; alcuni dei dischi in vinile nell’archivio misurano 16 pollici e richiedono unità fonografiche grandi , [34]mentre i giocatori per i cilindri di cera e i DAT non sono più in produzione. [35]Ci sono 700,00 dischi in vinile, 180.000 78 giri record, 400.000 record di LP e 350.000 Cd in archivio. [18]

L’oggetto più antico è un cilindro di cera contenente una registrazione fatta da Florence Nightingale , registrata il 30 luglio 1890. [33] Un altro oggetto unico è il disco del grammofono della casa delle bambole della Regina Maria , che misura circa un pollice e che ha il marchio nazionale inno su di esso. [34]

The Sound Archive ha sede presso il nuovo Archive Center della BBC a Perivale, insieme all’archivio televisivo [2] [14] e in precedenza si trovava a Windmill Road, a Brentford.

Archivi scritti

L’ archivio scritto della BBC contiene tutti i documenti scritti e le comunicazioni interne della società dal lancio nel 1922 ad oggi. [36] [37] Le sue raccolte fanno luce sui meccanismi dietro le quinte della corporation e si soffermano anche sulle difficoltà di ottenere un programma televisivo o radiofonico su o fuori dall’aria a seconda dei casi. [38] Le linee guida dell’archivio affermano che l’accesso ai file dopo il 1980 è limitato a causa della natura attuale dei file; l’eccezione generale a questa regola sono documenti come script e programmi come record di trasmissione.

The Written Archives si trova presso il Centro di archivio scritto della BBC a Caversham, nel Berkshire , vicino a Reading . [36] Il centro ospita l’archivio su quattro miglia e mezzo di scaffali e sale di lettura. Il centro è diverso dagli altri Archivi della BBC in quanto il centro si apre agli scrittori e ai ricercatori accademici nell’istruzione superiore. [36]

Libreria fotografica

La BBC Photographic Library è responsabile di circa 10 milioni di immagini, [39] risalenti al 1922, [40] create per scopi pubblicitari e successivamente conservate per uso futuro. [41] Oltre alla promozione del programma, un gran numero di immagini sono di eventi storici che sono spesso incorporati nei notiziari quotidiani; di conseguenza, metà del team di librerie fotografiche lavora in modo specifico con queste immagini. [42] Le immagini stesse sono conservate come originali nell’archivio, con la digitalizzazione utilizzata solo quando è richiesta un’immagine specifica per l’uso, quando l’immagine viene inviata in un formato digitale. [43] Copie di immagini vengono anche utilizzate nel caso in cui qualsiasi immagine sia danneggiata, notabile a causa disindrome dell’aceto . [44] La stessa biblioteca fotografica della BBC ha sede all’interno del BBC Television Centre , a Londra.

Le immagini più popolari dell’Archivio includono Colin Firth in Pride and Prejudice , Michael Parkinson che intervista Muhammad Ali , Martin Bashir che intervista Diana, Princess of Wales e una foto di Delia Derbyshire al lavoro nel seminario radiofonico alla BBC. [45]

Collezione Heritage

La BBC Heritage Collection è la più recente degli archivi della BBC e detiene una varietà di tecnologia di trasmissione storica, arte, oggetti di scena e merci. [46] La collezione è stata creata da collezioni personali e lasciate in eredità da ex membri dello staff, poiché la BBC non ha avuto alcuna politica formale sulla collezione del patrimonio fino al 2003. [46]

La collezione include, tra gli altri, BBC One Noddy Globe and clock, [47] un microfono BBC-Marconi Type A , [47] una prima radio di cristallo prodotta dalla British Broadcasting Company , [47] una fotocamera Marconi / EMI utilizzata nei primi esperimenti della BBC Television , [47] un computer Micro BBC [47] e una selezione di elementi usati per creare Foley . [47] Oltre a tutta la tecnologia di trasmissione, viene mantenuta anche l’arte, vale a dire i ritratti di tutti i BBC Director Generals , [48]così come oggetti di scena tra cui un originale TARDIS di Doctor Who [49] e il burattino televisivo per bambini Gordon the Gopher . [49]

La stessa collezione del patrimonio non ha una casa permanente, poiché la maggior parte degli oggetti sono esposti, sia nelle proprietà della BBC che in prestito a musei o altre collezioni; il museo più notevole che ospita la collezione è il National Science and Media Museum di Bradford . [50]

Archive Treasure Hunt

All’inizio del millennio, la BBC ha lanciato la BBC Archive Treasure Hunt , un appello pubblico per recuperare le produzioni televisive e radiofoniche della BBC perse negli anni ’80. [51] Il materiale originale, con diversi programmi popolari, andò perduto a causa della pratica della pulizia , a causa di problemi di copyright e per ragioni tecnologiche. [52] [53]

La risoluzione di questo appello è stata che oltre cento produzioni sono state recuperate [54], tra cui Gli uomini del ministero , Qualcosa da gridare , Uomo e Superman , Il dilemma del dottore , Mi dispiace, lo leggerò di nuovo , La metà di Hancock Ora , mi dispiace, I have not A Clue e The Ronnie Corbett Thing oltre alle sessioni di registrazione con Elton John , Ringo Starr e Paul Simon . [55] [56] Inoltre, la collezione immobiliare di Peter Sellers ha donato numerose registrazioni con Peter Sellers. [55]

Licenza di archivio creativo

La BBC insieme al British Film Institute , l’ Open University , Channel 4 e la TV degli insegnanti hanno formato una collaborazione, chiamata Creative Archive License Group, per creare una licenza di copyright per la riedizione del materiale archiviato. [57]

La licenza è stata una sperimentazione, lanciata nel 2005, e notevole per la riedizione di parte dell’archivio della BBC News e dei programmi realizzati dalla BBC Natural History Unit per uso creativo da parte del pubblico. Mentre artisti e insegnanti sono stati incoraggiati a utilizzare il contenuto per creare opere proprie, i termini della licenza erano restrittivi rispetto alle licenze copyleft . È stato vietato l’uso di contenuti dell’Archivio Creativo per fini commerciali, “di promozione, di campagna, diffamatori o denigratori”, i lavori derivati ​​dovevano essere rilasciati con la stessa licenza e il contenuto doveva essere utilizzato solo nel Regno Unito. [57] [58] Il processo si è concluso nel 2006 a seguito di una revisione del Trust della BBCe i lavori rilasciati sotto licenza furono ritirati. [57]

Voci dagli archivi

Voices from the Archives è stato un ex progetto della BBC , lanciato in collaborazione con BBC Four, che ha fornito l’accesso gratuito a interviste audio con varie persone e professioni di rilievo provenienti da una varietà di background politici, religiosi e sociali. Il sito Web ha cessato di essere aggiornato nel giugno 2005 e il concetto è stato invece adottato da BBC Radio 4 come raccolta di interviste cinematografiche di vari programmi.

Catalogo dei programmi

Articolo principale: Catalogo dei programmi della BBC

Nel corso degli anni, la BBC ha utilizzato vari database di cataloghi di programmi per tenere traccia dei programmi negli archivi. Database interni includono Infax e Fabric , e database accessibili pubblicamente includono BBC Genome e BBC Programs .

Vedi anche

  • BBC Genome Project
  • Film perduto
  • Conservazione del film
  • Mancante creduto cancellato
  • Telerecording
  • Doctor Who missing episodes
  • Cronologia della BBC

Riferimenti

  1. ^ Salta fino a:b Lee, Adam. “Archivio televisivo della BBC – Cosa c’è nell’archivio della BBC” . Archivio BBC – Incontra gli esperti . BBC . Estratto 19 gennaio2012 .
  2. ^ Salta su:e Hayes, Sarah. “Il nuovo centro archivio della BBC a Perivale” . A proposito del blog della BBC . BBC Online . Estratto il 17 gennaio 2012.
  3. ^ Vai fino a:un l bacio, Jemima (18 agosto 2010). “In The BBC Archive” . Tech settimanale . Londra: Guardian News & Media Ltd. Archiviato dall’originale il 21 agosto 2010 . Estratto il 21 agosto 2010 .
  4. ^ Salta su:f Williams, Adrian (18 agosto 2010). “Salvaguardare l’archivio della BBC” . Blog di Internet della BBC . Estratto 19 gennaio 2012 .
  5. Salta su^ “Digital Media Initiative” . BBC. Archiviato dall’originale il 10 marzo 2012 . Estratto il 15 febbraio 2012 .
  6. Salta su^ Conlan, Tara (11 febbraio 2012). “La copertura di Thatcher della BBC evidenzia problemi con gli archivi non digitali” . The Guardian . Londra . Estratto il 3 maggio 2013 .
  7. Salta in alto^ “La BBC abbandona un progetto digitale da 100 milioni di sterline” . BBC News . 24 maggio 2013 . Estratto il 25 maggio 2013 .
  8. Salta su^ Sangster, Jim. “Una nuova homepage per l’archivio della BBC” . Blog di Internet della BBC . BBC . Estratto 19 gennaio 2012 .
  9. Salta su^ “Roly Keating nominato come direttore del contenuto di archivio” . Ufficio stampa della BBC. 22 luglio 2008 . Estratto il 1 ° luglio 2011 .
  10. Salta su^ “Tony Ageh nominato Controller of Archive Development” . Ufficio stampa della BBC. 10 ottobre 2008 . Estratto il 1 ° luglio 2011 .
  11. Salta su^ ‘BBC Archive Collections: cosa c’è negli archivi e come usarli’ Edito da Jake Bergerhttps://www.dropbox.com/s/rz1o57nzlsf1v04/BBC%20Archive%20Collections%20Guide%202012.pdf?dl = 0
  12. ^ Vai su:h Skinner, Peter (20 agosto 2010). “Una nuova casa per l’archivio della BBC” . BBC sul blog della BBC . Estratto 19 gennaio2012 .
  13. ^ Salta fino a:c Bolton, Roger (23 settembre 2011). “Lacrime in Perivale – Feedback negli archivi” . BBC Radio 4 e 4 Blog extra . Estratto 19 gennaio 2012 .
  14. ^ Jump up to:a b c d Kane, Chris (9 March 2011). “Preserving the past at Perivale”. BBC Spaces & Places Blog. Retrieved 19 January 2012.
  15. Salta su^ Jupe, Steve (20 ottobre 2011). “Freedom of Information Act 2000 – RFI20111170” (PDF) . Richiesta di libertà di informazione . BBC . Estratto il 7 febbraio 2012 .
  16. Salta su^ “Il Centro di archivio di BBC si è mosso” . Commissioning della BBC . BBC . Estratto 19 gennaio 2012 .
  17. Salta^ Riordan, Ciara (4 aprile 2017). “BBC Archive Facebook” . BBC News . Estratto il 6 aprile 2017 .
  18. ^ Salta su:c “Un tour dell’archivio della BBC a Windmill Road” . BBC . 13 agosto 2010 . Estratto il 23 luglio 2015 .
  19. Salta su^ Williams, Adrian. “Preserving the Television Archive – Film” . Archivi della BBC – Incontra gli esperti . BBC . Estratto 19 gennaio 2012 .
  20. Salta su^ Lee, Adam. “BBC Television Archive – Quando la BBC ha iniziato a garantire che importanti trasmissioni non venissero distrutte” . Archivi della BBC – Incontra gli esperti . BBC . Estratto 19 gennaio 2012 .
  21. ^ Salta fino a:c Lee, Adam. “Archivio televisivo della BBC – Perché non ci sono molte registrazioni dei primi giorni della televisione” . Archivio BBC – Incontra gli esperti . BBC . Estratto 19 gennaio 2012 .
  22. ^ Salta fino a:b Lee, Adam. “BBC Television Archive – Quando la BBC ha iniziato a registrare programmi regolarmente” . Archivio BBC – Incontra gli esperti. BBC . Estratto 19 gennaio 2012 .
  23. Salta su^ Williams, Adrian. “Preservare l’archivio televisivo – Perché è stato inventato il videotape” . Archivi della BBC – Incontra gli esperti . BBC . Estratto 19 gennaio 2012 .
  24. Salta su^ Williams, Adrian. “Preserving the Television Archive – Il più antico filmato della BBC” . Archivi della BBC – Incontra gli esperti . BBC . Estratto 19 gennaio 2012 .
  25. ^ Vai a:b “Digitalizzare l’archivio della BBC” . BBC . 2013 . Estratto il 23 luglio 2015 .
  26. Salta su^ “Sarah Bello, archivio della BBC” . BBC . 11 marzo 2013 . Estratto il 23 luglio 2015 .
  27. Salta su^ Lee, Adam. “BBC Television Archive – Come fa la BBC a decidere cosa tenere nel suo archivio oggi” . Archivio BBC – Incontra gli esperti . BBC . Estratto 19 gennaio 2012 .
  28. ^ Salta fino a:b Lee, Adam. “Archivio televisivo della BBC – La BBC offre registrazioni che non conserva l’archivio per nessun altro” . Archivi della BBC – Incontra gli esperti . BBC . Estratto 19 gennaio 2012 .
  29. Salta su^ Rooks, Simon.”BBC Sound Archive – Why did the BBC start making recordings”. BBC Archives – Meet the experts. BBC. Retrieved 19 January 2012.
  30. Salta su^ Rooks, Simon. “BBC Sound Archive – Perché non ci sono molte registrazioni dai primi giorni della radio” . Archivi della BBC – Incontra gli esperti . BBC . Estratto 19 gennaio 2012 .
  31. Salta su^ Weaver, Julia. “Preserving the Sound Archive – Come è iniziato il Sound Archive” . Archivi della BBC – Incontra gli esperti . BBC . Estratto 19 gennaio 2012 .
  32. ^ Salta fino a:d Rooks, Simon. “BBC Sound Archive – La BBC tiene copie di tutti i programmi oggi” . Archivi della BBC – Incontra gli esperti . BBC . Estratto 19 gennaio 2012 .
  33. ^ Salta su:b Weaver, Julia. “Preserving the Sound Archive – Quali sono le prime registrazioni audio” . Archivi della BBC – Incontra gli esperti . BBC . Estratto 19 gennaio 2012 .
  34. ^ Salta su:c Weaver, Julia. “Conservazione dell’archivio suono – Dischi” . Archivi della BBC – Incontra gli esperti . BBC . Estratto 19 gennaio 2012 .
  35. ^ Salta su:b Weaver, Julia. “Conservazione dell’archivio suono – Nastro” . Archivi della BBC – Incontra gli esperti . BBC . Estratto 19 gennaio 2012 .
  36. ^ Salta fino a:c “The Written Archives” . La storia della BBC . BBC . Estratto 19 gennaio 2012 .
  37. Salta su^ Kavanagh, Jacquie. “BBC Written Archives – What are the BBC Written Archives” . Archivi della BBC – Incontra gli esperti . BBC . Estratto 19 gennaio 2012 .
  38. Salta su^ Kavanagh, Jacquie. “Archivi scritti dalla BBC – Cosa rivelano i documenti” . Archivi della BBC – Incontra gli esperti . BBC . Estratto 19 gennaio 2012 .
  39. Salta su^ Dewar, Natalie. “Libreria fotografica – Cosa c’è nella libreria fotografica della BBC” . Archivi della BBC – Incontra gli esperti . BBC . Estratto 19 gennaio 2012 .
  40. Salta su^ “BBC Pictures” . BBC Media Center . BBC . Estratto 19 gennaio 2012.
  41. Salta su^ Dewar, Natalie. “Libreria fotografica – Perché la BBC ha fotografie” . Archivi della BBC – Incontra gli esperti . BBC . Estratto 19 gennaio 2012 .
  42. Salta su^ Dewar, Natalie. “Libreria fotografica – Il team” . Archivi della BBC – Incontra gli esperti . BBC . Estratto 19 gennaio 2012 .
  43. Salta su^ Dewar, Natalie. “Libreria fotografica – In che formato sono archiviate le immagini” . Archivi della BBC – Incontra gli esperti . BBC . Estratto 19 gennaio 2012 .
  44. Salta su^ Dewar, Natalie. “Biblioteca fotografica – Conservazione” . Archivi della BBC – Incontra gli esperti . BBC . Estratto 19 gennaio 2012 .
  45. Salta su^ Dewar, Natalie. “Libreria fotografica – I nostri primi 10” . Archivio BBC – Incontra gli esperti . BBC . Estratto 19 gennaio 2012 .
  46. ^ Salta su:b O’Connell, Rory. “Collezione BBC Heritage – Da dove provengono gli articoli” . Archivi della BBC – Incontra gli esperti . BBC . Estratto 19 gennaio 2012 .
  47. ^ Salta fino a:f O’Connell, Rory. “BBC Heritage Collection – Broadcast technology” . Archivi della BBC – Incontra gli esperti . BBC . Estratto 19 gennaio 2012 .
  48. Salta su^ O’Connell, Rory. “Collezione BBC Heritage – Art” . Archivi della BBC – Incontra gli esperti . BBC . Estratto 19 gennaio 2012 .
  49. ^ Salta su:b O’Connell, Rory. “BBC Heritage Collection – Costumi e oggetti di scena” . Archivi della BBC – Incontra gli esperti . BBC . Estratto 19 gennaio 2012 .
  50. Salta su^ O’Connell, Rory. “Collezione BBC Heritage – Dove posso vedere gli oggetti della collezione” . Archivi della BBC – Incontra gli esperti . BBC . Estratto 19 gennaio 2012 .
  51. Salta su^ “BBC Online – Cult – Treasure Hunt – About the Campaign” . Bbc.co.uk. Archiviato dall’originale il 21 luglio 2010 . Estratto il 30 luglio2010 .
  52. Salta su^ “BBC Online – Cult – Treasure Hunt – About the Campaign” . Bbc.co.uk . Estratto il 30 luglio 2010 .
  53. Salta su^ Stuart Douglas – www.thiswaydown.org (7 luglio 1965). “articoli degli episodi mancanti” . Btinternet.com. Archiviato dall’originale il 14 agosto 2010 . Estratto il 30 luglio 2010 .
  54. Salta su^ “No 4 2001 – Missing Believed Wiped” . Fiat / Ifta. Archiviatodall’originale il 16 luglio 2010 . Estratto il 30 luglio 2010 .
  55. ^ Salta su:b “BBC Online – Cult – Caccia al tesoro – Elenco dei reperti” . Bbc.co.uk . Estratto il 30 luglio 2010 .
  56. Salta su^ ” ‘ caccia'” dissotterra i tesori della BBC da radio, tv | soluzioni business da ” . AllBusiness.com. 9 novembre 2001 . Estratto il 30 luglio 2010 .
  57. ^ Vai a:c “Pilota archivio creativo” . BBC . Estratto il 31 marzo 2016 .
  58. Salta su^ “Licenza di archivio creativo” . BBC . Estratto il 17 gennaio 2012 .

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *