L’ascolto in onde corte , o SWLing , è l’ hobby per ascoltare le trasmissioni radio a onde corte situate su frequenze comprese tra 1700 kHz e 30 MHz . [1] Gli ascoltatori vanno dagli utenti occasionali alla ricerca di notizie internazionali e programmi di intrattenimento, agli hobbisti immersi negli aspetti tecnici della ricezione radio e alla raccolta di conferme ufficiali ( QSL ) che documentano la ricezione di trasmissioni a distanza ( DXing ). In alcuni paesi in via di sviluppo, l’ascolto in onde corte consente alle comunità remote di ottenere una programmazione regionale tradizionalmente fornita da onde medie localiEmittenti AM. Nel 2002, il numero di famiglie che erano in grado di ascoltare le onde corte era stimato in centinaia di milioni. [2]

La pratica dell’ascolto radiofonico a lunga distanza iniziò negli anni ’20, quando le emittenti a onde corte furono stabilite per la prima volta negli Stati Uniti e in Europa. Il pubblico ha scoperto che la programmazione internazionale era disponibile sulle bande a onde corte di molti ricevitori di radio di consumo, e di conseguenza sono sorti un certo numero di riviste e club di ascoltatori che si occupavano della pratica. L’ascolto a onde corte era particolarmente popolare durante i periodi di conflitto internazionale come la seconda guerra mondiale , la guerra di Corea e la guerra del Golfo Persico .

Gli ascoltatori utilizzano economici ricevitori portatili per la banda mondiale per accedere alle bande a onde corte e alcuni hobbisti esperti impiegano ricevitori specializzati per comunicazioni a onde corte con tecnologia digitale progettata per la ricezione ottimale dei segnali a onde corte e antenne esterne per migliorare le prestazioni.

Con l’avvento di Internet , molte emittenti internazionali hanno ridimensionato o interrotto le loro trasmissioni ad onde corte a favore della distribuzione di programmi basati sul web, mentre altri si stanno spostando dalle modalità di trasmissione analogiche tradizionali a quelle digitali per consentire una consegna più efficiente della programmazione a onde corte. Il numero di club di ascolto a onde corte organizzati è diminuito insieme a riviste stampate dedicate all’hobby; tuttavia, molti appassionati continuano a scambiarsi informazioni e notizie sul web.

Storia

La pratica dell’ascolto di stazioni distanti nella banda di trasmissione AM di media onda è stata trasferita alle bande a onde corte. Frank Conrad , uno dei primi pionieri della trasmissione a onde medie con KDKA a Pittsburgh , istituì alcune delle prime trasmissioni a onde corte intorno al 1921. Seguirono poco dopo le stazioni affiliate a General Electric e Crosley .

Le emittenti radiotelevisive degli Stati Uniti hanno iniziato a trasmettere programmi radiofonici popolari nel tentativo di attirare il pubblico straniero. Nel corso degli anni ’30, apparvero sul mercato nuovi ricevitori a onde corte, nonché riviste e club popolari in onda corta. Le stazioni ad onde corte spesso offrivano schede QSL uniche per i DXer.

In Europa , le trasmissioni a onde corte dalla Gran Bretagna e dai Paesi Bassi come il PCJJ di Philips Radio iniziarono verso il 1927. Ben presto la Germania , l’ Italia , l’ Unione Sovietica , la Gran Bretagna e molti altri paesi iniziarono a farsi strada . La BBC cominciò come onda corta come “Servizio della BBC Empire” nel 1932 . [3] Le sue trasmissioni erano dirette principalmente agli anglofoni . Radio Mosca trasmetteva su onde corte in inglese , francese , tedesco , italianoe arabo dal 1939. The Voice of America (o VOA) ha iniziato a trasmettere nel 1942 dopo il suo ingresso nella seconda guerra mondiale utilizzando il tema musicale Yankee Doodle .

Mentre gli appassionati di ascolto a onde corte tecnicamente attenti diminuivano durante gli anni della guerra dovuti in parte alle richieste del servizio militare, gli ascoltatori occasionali in cerca di notizie di guerra da emittenti straniere aumentarono. I produttori di ricevitori a onde corte hanno contribuito alla produzione di guerra. Zenith ha lanciato la serie di radio Trans-Oceanic multi-banda nel 1942. In alcuni altri paesi, durante la guerra, l’ascolto di stazioni straniere era un reato. Fondata nel 1939, la programmazione di trasmissioni XGOY cinesi da 35 kilowatt cinesi a onde corte mirava all’ascolto limitato al Giappone . La stazione fu spesso bombardata dai giapponesi. [4] [5]

CBS ha iniziato un programma di ascolto a onde corte nel settembre 1939, su base sperimentale, ai Campionati nazionali di tennis a prato nel West Side Tennis Club di Forest Hills, New York . Gli ingegneri hanno installato le attrezzature presso lo stand CBS quando si è scoperto che la posizione ha una buona ricezione, e i monitor hanno trasmesso notizie europee sulle onde corte al quartier generale della CBS a New York tra partite di tennis. [6] Durante la seconda guerra mondiale, la CBS catturò le comunicazioni alleate e nemiche a onde corte da più di 60 stazioni internazionali tramite ricevitori situati in luoghi segreti. Le traduzioni di trasmissioni intercettate sono state telescritti a tutti i giornali di New York, Associated Press , United Press InternationaleServizio di notizie internazionali , e a sua volta diffuso a giornali e stazioni radio negli Stati Uniti. Le maggiori notizie principali sono spesso risultate, dal momento che spesso le grandi storie si sono rotte per prime alla radio. [7]

Gli ascoltatori ad onde corte hanno segnalato famiglie di prigionieri di guerra quando i presentatori degli studi nelle stazioni dei paesi con poteri dell’Asse , come Germania e Giappone, leggono i messaggi scritti da prigionieri. I sorveglianti alleati avvisarono le famiglie, ma molti ascoltatori di onde corte furono spesso i primi a riferire le trasmissioni. Anche gli ascoltatori di altri paesi hanno monitorato i messaggi POW. [8] Gli americani erano attivamente scoraggiati dall’ascoltare questi rapporti, tuttavia, poiché trasmettere i nomi di alcuni prigionieri americani era considerato un trucco di propaganda per costruire il pubblico in ascolto dei programmi radiofonici dell’Asse. Nel maggio del 1943 Jack Gerber, direttore del post di ascolto della CBS, disse al giornalista William L. Shirer che la Croce rossa internazionaleera l’unica fonte affidabile di informazioni sui prigionieri ed esprimeva preoccupazione nel ricevere sei o sette lettere a settimana richiedendo trascrizioni di trasmissioni tedesche in cui i membri del servizio potessero essere menzionati:

L’unica ragione per cui i nazisti hanno trasmesso prigionieri è quello di indurre la gente a essere giustamente preoccupata per i parenti che sono stati dichiarati dispersi al fronte ad ascoltare la loro propaganda. Sebbene molti dei messaggi siano indubbiamente veri, rappresentano solo una piccola parte dei nostri prigionieri e non abbiamo la certezza che molti di loro non siano falsi da documenti raccolti sul campo di battaglia. Ciò che preoccupa alcuni di noi sono le conseguenze dell’ascolto delle trasmissioni naziste a meno che tu non sia un ascoltatore ben preparato (e spesso, anche se lo sei). Gli argomenti nazisti spesso sembrano plausibili. Una persona può ascoltarli con tutto lo scetticismo del mondo, sapendo che ogni parola è una bugia. Ma se il contenuto è sufficientemente sensazionale (e spesso lo è) la fonte può essere dimenticata nel tempo, e fuori schiocca la bugia nazista, tutto ignaro. [9]

Gli ascoltatori di onde corte della Nuova Zelanda hanno riferito voci di POW trasmesse da Radio Peking durante la Guerra di Corea . [8]

Negli anni ’50 e ’60, le colonne DX a onde corte nelle riviste statunitensi come “Tuning the Short Wave Bands” di Popular Electronics e “The Listener” di Electronics Illustrated divennero fonti di notizie per gli ascoltatori radio seri. Il programma “WPE Monitor Registration” di Electronics popolare , iniziato nel 1959, offriva persino identificatori simili ai nominativi dei nominativi agli hobbisti. Un certo numero di club radiofonici specializzati come il Newark News Radio Club sono sorti anche durante questi decenni e hanno fornito agli hobbisti uno scambio di notizie e informazioni DX. Quando negli anni ’70 Popular Electronics e riviste simili estesero la copertura di nuovi argomenti sull’elettronica, ciò portò alla cancellazione di numerose colonne di ascolto a onde corte da lungo tempo. [10]

A partire dalla Svezia Calling DXers su Radio Sweden nel 1948 [11] (c’era un programma di breve durata leggermente precedente di Radio Australia ), molte stazioni radio ad onde corte iniziarono programmi che fornivano notizie. Alcuni degli altri importanti programmi DX sono stati DX Jukebox (che è diventato Media Network ) di Radio Netherlands , SWL Digest su Radio Canada International e Swiss Shortwave Merry-go-round su Swiss Radio International .

Un esempio di notevole programmazione a onde corte è stato l’ Happy Station Show , chiamato popolarmente “il programma radiofonico a onde corte più lungo del mondo”. Lo spettacolo nacque dalla stazione di onde corte PCJJ di Philips Radio nel 1928, proseguendo fino al 1940. Dopo la seconda guerra mondiale Radio Olanda trasmise lo spettacolo dal 1946 fino alla sua cessazione nel 1995. Il produttore e presentatore Keith Perron “resuscitò” Happy Station il 12 marzo 2009. Sebbene non più associato a Radio Paesi Bassi, il nuovo sforzo proclama se stesso come “trasmesso globalmente tramite onde corte, podcasting e radio Internet streaming”. [12]

Durante la Guerra del Golfo Persico negli anni ’90, molti americani si sono sintonizzati su trasmissioni di notizie straniere su onde corte. Alcuni rivenditori di elettronica hanno persino segnalato una “corsa” sui ricevitori portatili a onde corte a causa del crescente interesse al momento. [13]

Pratiche

Ascoltare le stazioni radio a onde corte per la programmazione di notizie e informazioni è comune, ma per molti ascoltatori di onde corte (abbreviati come “SWL”), l’obiettivo è quello di ricevere il maggior numero di stazioni dal maggior numero possibile di paesi, noto anche come DXing . I “DXer” testano regolarmente i limiti dei loro sistemi di antenne , radio e conoscenza della propagazione radio . Gli interessi specializzati degli ascoltatori di onde corte possono includere l’ascolto di utilità a onde corte, o “ute”, trasmissioni come segnali di spedizione , navigazione , navigazione , aviazione o militari , in ascolto di segnali di intelligence (numeri di telefono ), o la sintonizzazione nelle stazioni radioamatoriali . [1]

Gli ascoltatori spesso ottengono le tessere QSL (che confermano il contatto) da operatori del prosciutto, emittenti o stazioni di servizio come trofei dell’hobby. Tradizionalmente, gli ascoltatori inviavano lettere alla stazione con rapporti di ricevimento e richieste di orari. Molte stazioni accettano ora e-mail o forniscono moduli di notifica di ricezione sui loro siti Web. I rapporti di ricezione forniscono preziose informazioni sulla propagazione e le interferenze ai tecnici di una stazione . [1]

Ci sono state diverse pubblicazioni dedicate a fornire informazioni agli ascoltatori a onde corte, tra cui le riviste Popular Communications (ora un ” supplemento digitale ” alla rivista CQ Amateur Radio), il Monitoring Times (ora defunto) e The Spectrum Monitor , una pubblicazione solo digitale, negli Stati Uniti, e le pubblicazioni annuali Passport to World Band Radio (ora defunta) e il World Radio TV Handbook (WRTH). Inoltre, le stazioni possono fornire programmi di trasmissione tramite posta o e-mail. Ci sono anche programmi radio a onde corte dedicate all’ascolto a onde corte e ai DXing, come il World of Radio e DXing With Cumbre, con sede negli Stati Uniti., ma recentemente questi programmi sono stati ridotti o abbandonati da molte emittenti internazionali . A partire dal 2007, Radio Habana Cuba ospita ancora un programma chiamato DXers Unlimited.

Si stima che ci siano milioni di ascoltatori di onde corte. Nel 2002, secondo l’Associazione nazionale delle emittenti radio ad onde corte, per un numero stimato di famiglie con almeno una onda corta funzionante, l’Asia ha guidato con una grande maggioranza, seguita dall’Europa, dall’Africa sub sahariana e dall’ex Unione Sovietica, rispettivamente. Si stima che il numero totale stimato di famiglie in tutto il mondo con almeno una onda corta in ordine di marcia sia 600.000.000. [2] Gli SWL sono vari, senza età o occupazione comuni. David Letterman è un fan acclamato della British Broadcasting Corporation (BBC). [1]

Alcuni paesi in via di sviluppo usano l’onda corta come mezzo per ricevere programmazione locale e regionale. La Cina e la Russia ritrasmettono alcuni canali nazionali su onde corte che colpiscono gli ascoltatori nelle province lontane. L’ascolto a onde corte è anche usato come strumento educativo nelle aule. [14] La scarsa riproduzione del suono, la qualità del segnale inaffidabile e la mancanza di flessibilità di accesso sono visti come svantaggi. [15]

Alcune organizzazioni umanitarie come Ears to Our World distribuiscono radio portatili ad onde corte ad aree meno sviluppate del mondo, consentendo alle persone in aree remote e impoverite del mondo di ottenere programmi educativi, notizie locali e internazionali, informazioni di emergenza e musica. Recentemente, il gruppo è stato coinvolto nell’invio di radio ad Haiti, così le vittime del terremoto di Haiti del 2010 potrebbero rimanere al passo con gli sforzi locali di recupero di disastri. [12]

Equipaggiamento

Ricevitori radio onde corte

Articolo principale: Ricevitore radio a onde corte

Le radio per la ricezione a onde corte hanno generalmente prestazioni più elevate di quelle destinate alle onde locali a onda media , a onda lunga o FM , poiché la ricezione affidabile dei segnali a onde corte richiede una radio con maggiore sensibilità , selettività , gamma dinamica e stabilità di frequenza . I moderni ricevitori radio a onde corte sono relativamente economici e facilmente accessibili e molti hobbisti utilizzano ricevitori portatili “a banda mondiale” e antenne telescopiche integrate .

Gli appassionati di hobby possono utilizzare costosi ricevitori di comunicazioni (onde corte) e un’antenna esterna posizionata lontano da fonti di rumore elettrico, come un dipolo fatto di fili e isolanti.

Il futuro dell’ascolto a onde corte

L’ascesa di Internet ha portato molte emittenti a cessare le loro trasmissioni a onde corte a favore della trasmissione su Internet . Quando BBC World Service ha interrotto il servizio in Europa, Nord America, Australasia e Caraibi , ha generato numerose proteste e gruppi di attivisti come la Coalizione per salvare il servizio mondiale della BBC. [16] Negli Stati Uniti, lo spostamento delle risorse da onde corte a Internet e alla televisione da parte del Broadcasting Board of Governors, che sovrintende alle trasmissioni internazionali statunitensi, ha anche ridotto le ore di trasmissione in lingua inglese. Radio Paesi Bassi ,Voice of Russia (ex Radio Mosca ), Radio Canada International e Radio Australia sono tra le principali emittenti che hanno smesso di trasmettere su onde corte. Sebbene la maggior parte delle eminenti emittenti continuino a ridimensionare le loro trasmissioni analogiche a onde corte oa terminarle completamente, le onde corte sono ancora molto comuni e attive nelle regioni in via di sviluppo come in alcune parti dell’Africa.

Alcune emittenti internazionali si sono rivolte a una modalità digitale di trasmissione chiamata Digital Radio Mondiale per i loro punti vendita shortwave. Una ragione è che le trasmissioni digitali a onde corte che utilizzano il DRM possono coprire la stessa regione geografica con una potenza di trasmissione molto inferiore – circa un quinto della potenza – rispetto alle tradizionali trasmissioni in modalità AM, riducendo in modo significativo il costo dell’elettricità di funzionamento di una stazione. Una stazione tradizionale ad onde corte analogiche (analogiche) può avere una potenza nominale di 50 kilowatt fino a un milione di watt per trasmettitore, con livelli di potenza tipici compresi tra 50 e 500 kilowatt. Approvato dall’ITU, è stato approvato come standard internazionale per le trasmissioni digitali sulle bande HF (onde corte). Una trasmissione DRM è in concorrenza con la qualità mono FM e può anche inviare immagini grafiche e pagine Web tramite un canale di informazione separato. [17]

L’ascolto a onde corte rimane popolare anche con alcuni espatriati che sintonizzano trasmissioni a onde corte dalla loro terra d’origine. Inoltre, un numero di ricevitori a onde corte controllati a distanza in tutto il mondo sono disponibili per gli utenti sul web. [18] Mentre i radioamatori riportano che il numero di club per l’ascolto a onde corte è diminuito e le riviste stampate dedicate al passatempo sono poche, gli entusiasti come Glenn Hauser e altri continuano a popolare siti web e danno origine a podcast dedicati al perseguimento. [19]

Vedi anche

  • Trasmissioni internazionali
  • MW DX – Simile al SW DXing tranne che alla banda MW (AM Radio)
  • Elenco delle emittenti a onde corte americane
  • Eroi radiofonici della seconda guerra mondiale: Letters of Compassion

Riferimenti

  1. ^ Salta a:d “Introduzione all’ascolto di onde corte” . DXing.com . Universal Radio Research . Estratto il 21/11/2007 .
  2. ^ Salta a:b ASSOCIAZIONE NAZIONALE DI SHORTWAVE BROADCASTERS, Inc. Ottobre 2002
  3. Salta su^ Analisi: la voce della BBC in EuropaJan Repa, BBC News Online: 25 ottobre 2005
  4. Salta su^ China parla giapponese , Time Magazine, 28 dicembre 1942
  5. Salta su^ Jerome S. Berg (2007). On the Short Waves, 1923-1945: Broadcast Listening nei Pioneer Days of Radio . McFarland. pp. 234-. ISBN  978-0-7864-3029-1 . Estratto il 30 settembre 2013 .
  6. Salta su^ “Radio: piccioni propaganda”. Tempo , 7 settembre 1942, pp. 65-66
  7. Salta^ “24.000.000 di parole” rubate “Vai alla Biblioteca del Congresso.” The Christian Science Monitor , 4 settembre 1945
  8. ^ Salta su:b Berg, Jerome S. (2008). Ascoltando le onde corte, dal 1945 ad oggi. McFarland.
  9. Salta su^ Shirer, William L., “The Propaganda Front”. The Montana Standard , 4 maggio 1943
  10. Salta su^ On The Shortwaves, il programma di registrazione del monitor “WPE”
  11. Salta su^ “About Sweden Calling DXers – MediaScan / Sweden Calling DXers” . Sverigesradio.se. 2001-07-17 . Ritirato dal 2012-08-31 .
  12. ^ Salta fino a:un b Osterman, Fred. “Newsroom”. Sala stampa DX . 2004. Ricerca radiofonica universale. 6 aprile 2010.
  13. Salta su^ Tuning Into The World Via Shortwave , New York Times , 3 giugno 1992.
  14. Salta su^ Hawkins, Ralph G. (marzo 1989). “Un’esperienza di apprendimento tramite radio a onde corte” . TechTrends . Tendenze tecnologiche, volume 34, numero 2. 34 : 5-6. doi : 10.1007 / BF02782073 . Estratto il 15 aprile 2010 .
  15. Salta su^ Wipf, Joseph A.”Radio ad onde corte e seconda classe di lingue.” Il giornale di lingua moderna. 68.1 (primavera 1984): 7-8. JSTOR. 3 marzo 2010.
  16. Salta^ Salva il servizio mondiale della BBC.
  17. Salta su^ Digital Radio Mondiale
  18. Salta su^ Petruzzellis, Thomas (2007). 22 Progetti di radio e ricevitori per il genio del male . McGraw-Hill Professional. ISBN  978-0-07-148929-4 .
  19. Salta su^ van de Groenendaal, Hans (7 gennaio 2009). “C’è un futuro per l’ascolto a onde corte come hobby?” . EE Publishers . Estratto il 7 gennaio 2017.

Leave a Reply

Your email address will not be published.