La National Radio Hall of Fame ( NRHOF ) è un’organizzazione degli Stati Uniti creata dalla Emerson Radio Corporation nel 1988. Tre anni dopo Bruce DuMont , fondatore, presidente e amministratore delegato del Museo delle comunicazioni radiotelevisive , assunse il controllo della Sala, trasferì la sua base operativa a Chicago e la incorporò nel MBC. [1] La galleria NRHOF si trova al secondo piano dell’MBC, a 360 N. State St., ed è descritta come dedicata a riconoscere coloro che hanno contribuito allo sviluppo del mezzo radio nel corso della sua storia negli Stati Uniti. .

Processo di selezione

Inducte alla Hall of Fame sono stati tradizionalmente nominati dalla National Radio Hall of Fame & Museum Steering Committee (NRHOFSC), i cui membri sono stati nominati da Bruce DuMont fino a quando non ha ceduto la presidenza del NRHOF al membro della commissione Kraig Kitchin nel 2014, il primo anno in cui la cerimonia di insediamento si è svolta a Los Angeles invece di Chicago. [2] NRHOFSC raccomanda nomine nelle seguenti categorie:

  • Pioneer, Network o Syndicated
  • Attivo, Rete o Sindacato
  • Pioniere, locale o regionale
  • Attivo, locale o regionale

Ha la possibilità di selezionare un quinto partecipante all’anno per i contributi non aerei e la selezione di sussidi postumi. Il riconoscimento non aereo può essere un risultato di vita distinto in produzione, gestione, produzione o tecnologia. L’NRHOFSC può anche realizzare induzioni aggiuntive che ritengono appropriate e nel migliore interesse della National Radio Hall of Fame. [3]

Le votazioni sono state aperte al pubblico dal 2008 [4] al 2010, per poi essere nuovamente chiuse dal 2011 [5] al 2014. [6]

Criteri di nomina

Vedi nota [3]

Pioniere nazionale: un’emittente che ha dato non meno di 10 anni di servizio all’industria radiofonica ed è stata riconosciuta come leader nello sviluppo o nel miglioramento della programmazione radiofonica a livello nazionale.

Attivo nazionale: un’emittente attiva che ha dato non meno di 10 anni di contributi significativi all’industria a livello nazionale.

Pioniere locale o regionale: un’emittente che ha dato non meno di 20 anni di contributi all’industria radiofonica e si è distinta a livello locale e / o regionale.

Attivi locali o regionali: un’emittente attiva che ha dato non meno di 20 anni di contributi all’industria radiofonica e si è distinta a livello locale e / o regionale.

Controversie

La selezione pubblica online del programma radiofonico Focus on the Family per l’induzione nel NRHOF ha provocato gli attivisti per i diritti degli omosessuali per protestare contro la cerimonia di insediamento a Chicago l’8 novembre 2008. [4]

“Dal 2011 il pubblico è stato escluso dal processo di votazione della Radio Hall of Fame nonostante i requisiti imposti dal comitato direttivo alle raccomandazioni del pubblico, annunciano più candidati in quattro categorie e conducono il voto pubblico online. induce come un fatto compiuto “, scrisse il critico dei media di Chicago Robert Feder nel giugno 2015, quando il presidente della NRHOF Kraig Kitchin annunciò il ritorno del voto pubblico. [6] Nel 2011 la NRHOF ha fatto notizia inducendo l’ex presidente degli Stati Uniti Ronald Reagan , “la cui carriera radiofonica ha attraversato solo cinque anni come giornalista sportivo in Iowa negli anni ’30”, ha riferito Feder. [5]

Howard Stern , uno dei personaggi più quotati e più visti in radio negli ultimi 30 anni, è stato fortemente critico nei confronti dell’NRHOF, e ha regolarmente messo al centro delle sue battute. Illumina il fatto che l’intera procedura di nomina e selezione sembra essere controllata da un solo uomo, Bruce DuMont , che è anche l’unica autorità che nomina la giuria per il processo di selezione. Stern ha dichiarato che rifiuterà qualsiasi offerta di adesione, e inoltre ha dichiarato: “Non c’è una Radio Hall of Fame, è solo un ragazzo nella sua cantina che emette premi, si chiama Bruce DuMont e non ha nulla a che fare con la radio il fatto che la sua famiglia abbia fatto radio anni fa “. [7] Il 28 giugno 2012, Robert Federha riferito che “l’omissione più cospicua e imbarazzante alla Radio Hall of Fame sarà finalmente corretta questo autunno quando Howard Stern” sarà indotto. [8]

Inductees

Individui

Per l’elenco degli induttori per anno di induzione, cfr. Nota [9]
Per l’elenco dei candidati per categoria, cfr. Nota [10]
  • Abbott e Costello
  • Goodman e Jane Ace
  • José Miguel Agrelot
  • Kurt Alexander
  • Fred Allen
  • Mel Allen
  • Don Ameche
  • Eddie Anderson
  • Eve Arden
  • Edwin Howard Armstrong
  • Gene Autry
  • Barbiere rosso
  • Tom Barnard
  • Dick Bartley
  • George G. Beasley
  • Campana d’arte
  • Jack Benny
  • Gertrude Berg
  • Edgar Bergen
  • Dick Biondi
  • Jesse B. Blayton, Sr.
  • Martin Block
  • Jim Bohannon
  • Bobby Bones
  • Neal Boortz
  • Amar Bose
  • Marty Brennaman
  • Jack Brickhouse
  • Himan Brown
  • Jack Buck
  • Gary Burbank
  • Jess Cain
  • Eddie Cantor
  • Harry Caray
  • Jack Carney
  • Howie Carr
  • Andrew Carter
  • Ron Chapman
  • Dick Clark
  • Jerry Coleman
  • Bob Collins
  • Ann Compton
  • William Conrad
  • Jack L. Cooper
  • Myron Cope
  • Charles Correll
  • Norman Corwin
  • Powel Crosley, Jr.
  • Bing Crosby
  • Steve Dahl
  • Yvonne Daniels
  • Rick Dees
  • Lee De Forest
  • Delilah
  • Dott. Demento
  • Tommy Dorsey
  • Jim Dunbar
  • Don Dunphy
  • Elvis Duran
  • Richard Durham
  • Bob Edwards
  • Douglas Edwards
  • Ralph Edwards
  • Bob Elliott
  • Ralph Emery
  • Barry Farber
  • Joseph Field
  • Bubba Fontaine
  • Fred Foy
  • Stan Freberg
  • Alan Freed
  • John A. Gioco d’azzardo
  • Blair Garner
  • Arnie Ginsburg
  • Ira Glass
  • Christopher Glenn
  • Arthur Godfrey
  • Leonard Goldenson
  • Benny Goodman
  • Gale Gordon
  • Freeman Gosden
  • Ray Goulding
  • Tom Griswold
  • Terry Gross
  • Ralph Guild
  • Karl Haas
  • Milo Hamilton
  • Bill Handel
  • Sean Hannity
  • John Hare
  • Lynne “Angel” Harvey
  • Paul Harvey
  • Steve Harvey
  • Ernie Harwell
  • Terri Hemmert
  • Gordon Hinkley
  • Bob Hope
  • Clark Howard
  • Stanley E. Hubbard
  • Cathy Hughes
  • Don Imus
  • Dan Ingram
  • Hal Jackson
  • Michael Jackson
  • Jim Jordan
  • Marian Driscoll Jordan
  • Tom Joyner
  • Harry Kalas
  • HV Kaltenborn
  • Mel Karmazin
  • Carl Kasell
  • Casey Kasem
  • Murray “the K” Kaufman
  • Garrison Keillor
  • Herb Kent
  • Bob Kevoian
  • Larry King
  • Bob Kingsley
  • Kidd Kraddick
  • Kay Kyser
  • Art Laboe
  • John Records Landecker
  • John Lanigan
  • Tom Leykis
  • Rush Limbaugh
  • Michael “Mickey” Luckoff
  • Larry Lujack
  • Ray Magliozzi
  • Tom Magliozzi
  • Guglielmo Marconi
  • Groucho Marx
  • Luther Masingill
  • Dan Mason
  • Lowry Mays
  • JP McCarthy
  • Edward F. McLaughlin
  • Gordon McLendon
  • Graham McNamee
  • Marian McPartland
  • Garry Meier
  • Paul Menard
  • Jon Miller
  • Rick Moore
  • Agnes Moorehead
  • Robert W. Morgan
  • “Cugino Brucie” Morrow
  • Scott Muni
  • Edward R. Murrow
  • Dick Orkin
  • Charles Osgood
  • Gary Owens
  • Ronn Owens
  • William S. Paley
  • Edward Pate, Jr.
  • Norman Pattiz
  • Virginia Payne
  • Sam Phillips
  • Wally Phillips
  • Dick Purtan
  • James Henry Quello
  • Robin Quivers
  • Dave Ramsey
  • Ronald Reagan
  • Jeff Rense
  • Tony Roberts
  • Neil Rogers
  • Orion Samuelson
  • David Sarnoff
  • Michael Savage
  • Chuck Schaden
  • Vin Scully
  • Scott Shannon
  • Jean Shepherd
  • Robert Sievers
  • Red Skelton
  • Rick Sklar
  • Kate Smith
  • Paul W. Smith
  • Eddie “Piolín” Sotelo
  • Susan Stamberg
  • Frank Stanton
  • Bob Steele
  • Charley Steiner
  • Bill Stern
  • Howard Stern
  • Fran Striker
  • Lowell Thomas
  • Les Tremayne
  • Studs Terkel
  • Charlie Tuna
  • Bob Uecker
  • Ed Walker
  • Orson Welles
  • Dick Whittinghill
  • Bruce Williams
  • Jerry Williams
  • Wendy Williams
  • William B. Williams
  • Walter Winchell
  • Wolfman Jack
  • Jack Wood

Programmi

  • Tutte le cose considerate
  • Amos ‘n’ Andy
  • Bob e Ray
  • The Bob & Tom Show
  • Burns e Allen
  • Puoi Top This?
  • Car Talk
  • CBS Radio Mystery Theatre
  • CBS World News Roundup
  • Lo spettacolo di Charlie McCarthy
  • Breakfast Club di Don McNeill
  • Easy Aces
  • The Eric & Kathy Show
  • Fibra McGee e Molly
  • Concentrati sulla famiglia
  • Aria fresca
  • Gang Busters
  • I Goldberg
  • Grand Ole Opry
  • The Great Gildersleeve
  • Inner Sanctum Mystery
  • Jack Armstrong
  • Il Jef e Jer Showgram
  • Little Orphan Annie
  • Il ranger Solitario
  • Lux Radio Theatre
  • Ma Perkins
  • Il marzo del tempo
  • Il Mercury Theatre on the Air
  • La musica e la parola parlata
  • Danza del granaio nazionale
  • La famiglia di un uomo
  • Il romanzo di Helen Trent
  • L’ombra
  • Suspense
  • Prendere o lasciare
  • Scommetti la tua vita
  • La tua Hit Parade

Vedi anche

  • NAB Broadcasting Hall of Fame
  • Museo americano di radio ed elettricità
  • Museo della radio e della tecnologia

Riferimenti

  1. Saltate^ Danilov, Victor. “Musei della Hall of Fame: una guida di riferimento” . Greenwood Press . Estratto il 3 novembre 2015 .
  2. Salta su^ Feder, Robert. “DuMont scopre la presidenza della Radio Hall of Fame” . RobertFeder.com . Estratto il 3 novembre 2015 .
  3. ^ Vai a:b Processo di selezione . Sito ufficiale della National Radio Hall of Fame. Estratto il 2011-09-07.
  4. ^ Salta su:b Isacco, Deanna. “Chiunque tranne lui” . ChicagoReader.com . Sun-Times Media, LLC . Estratto il 3 novembre 2015 .
  5. ^ Salta fino a:b Feder, Robert. “Radio Hall of Fame sospende la votazione pubblica per ammettere Reagan” . TimeOut.com . Time Out . Estratto il 3 novembre 2015 .
  6. ^ Salta fino a:b Feder, Robert. “Radio Hall of Fame per riportare il pubblico ballottaggio” . RobertFeder.com . Estratto il 3 novembre 2015 .
  7. Salta su^ “Howard Stern commenta su Radio Hall of Fame” . 14 giugno 2010 . Retrieved 19 ottobre 2011 .
  8. Salta su^ Feder, Robert (28 giugno 2012). “Radio Hall of Fame finalmente si inchina a Howard Stern” . Time Out Chicago . Estratto il 16 luglio 2012 .
  9. Salta su^ Inductees by Year. Sito ufficiale della National Radio Hall of Fame. Retrieved 2017-11-07.
  10. Salta su^ Inducte per categoria. Sito ufficiale della National Radio Hall of Fame. Retrieved 2015-11-03.

Leave a Reply

Your email address will not be published.