Kurier era un sistema di trasmissione a scoppio sperimentale testato dall’agosto del 1944 dalla Kriegsmarine per le comunicazioni U-Boat . Avendo appreso del successo dei sistemi “huff-duff” del Regno Unito nella localizzazione rapida di trasmissioni radio, Kurier è stato sviluppato per ridurre drasticamente i tempi di trasmissione dei messaggi da 20 secondi a circa 250 ms e mai più di 450 ms (poco meno di ½ a secondo). A causa del deterioramento della posizione della Germania a quel tempo, Kurier non divenne mai operativo.

Storia

Kurier era un sistema semplice costituito in gran parte dal KZG 44/2, un tamburo metallico con 85 piccole barre metalliche che potevano essere spinte in due posizioni. È stato preparato un messaggio utilizzando il metodo di codifica kurzsignale di Navy che riduceva i messaggi a una breve serie di codici a quattro lettere e quindi crittografato utilizzando la macchina Naval Enigma . La trasmissione convenzionale del kurzsignale in questa fase richiederebbe circa 20 secondi, abbastanza veloce da sconfiggere la ricerca della direzione radio convenzionale , ma non da sbuffare. Il breve messaggio risultante è stato convertito in codice Morseed è entrato nel KZG 44/2, con punti come barra singola e trattini come due. Una sezione del tamburo era sempre preimpostata come una serie di punti per fornire un segnale di temporizzazione. Una volta che il messaggio è stato codificato sul tamburo, è stato collegato alla radio e attivato. Il tamburo ruotò rapidamente oltre un pickup magnetico; ognuna delle barre creava un impulso che veniva inserito nel trasmettitore.

La raffica è iniziata con un segnale di temporizzazione costituito da venticinque segnali “punti” lunghi 1 ms con una pausa di uguale lunghezza tra i punti, impiegando 97 ms per inviare. Questo è stato seguito da una pausa di 20 ms. Successivamente, il messaggio è stato inviato, punti come un singolo segnale da 1 ms seguito da una pausa di 3 ms e trattini come un segnale da 1 ms, una pausa da 1 ms, un altro segnale da 1 ms e quindi una pausa da 3 ms. L’intero messaggio potrebbe essere codificato in non più di 85 impulsi, a seconda dei punti e dei trattini nel messaggio, per un totale non superiore a 337 ms. Il messaggio più lungo possibile era quindi 97 + 20 + 337 = 454 ms, meno di mezzo secondo.

Riferimenti

  • Rijmenants, Dirk (23 giugno 2015). “Kurzsignalen sugli U-Boot tedeschi” . Cipher Machines and Cryptology . Estratto il 2 agosto 2015 . fonte auto-pubblicata ]
  • “19 agosto 1942 – Pagina 2” . Aerei della seconda guerra mondiale . 19 agosto 1942 . Estratto il 2 agosto 2015 . fonte inaffidabile ]

Leave a Reply

Your email address will not be published.